MENU
Il contenuto della pagina inizia qui

Software per il monitoraggio dei terremoti

Il gruppo di monitoraggio dei terremoti del SED utilizza SeisComP3 per il monitoraggio sismico in rete, l’acquisizione di dati, l’elaborazione automatica e manuale di eventi nonché l’archiviazione dei dati sulle forme d’onda e del catalogo dei terremoti. SeisComP3 fu originariamente sviluppato presso il centro di ricerca GFZ di Potsdam ed è attualmente gestito da quest’ultimo e da gempa GmbH. Il SED è passato a SeisComP3 nell’ottobre 2012, seguendo un progetto a lungo termine per personalizzare l’approccio precedentemente globale al monitoraggio dei terremoti al fine di individuare un approccio locale adatto alla Svizzera che includesse la migrazione di tutte le funzioni precedentemente esistenti presso il SED. Maggiori informazioni qui.

Il software sviluppato in collaborazione da GFZ Potsdam e gempa GmbH comprende l’opzione Baer picker in scautopick, il localizzatore di eventi NonLinLoc screloc con modello di velocità in 3D e il plugin per la magnitudo locale Mlh basato su componenti orizzontali e rapporti di magnitudo svizzeri. Questi prodotti fanno ora parte della release generale di SeisComP3; la documentazione e il codice sono disponibili sui siti SeisComP3. I nostri moduli sono open source. Tutti i software da noi sviluppati che sono compatibili con il framework SeisComP3 sono forniti in conformità alla licenza pubblica del SED per i contributi a SeisComP3. Il codice open source generico di SeisComP3 e l’applicazione sviluppata dal SED sono disponibili qui. Di seguito sono descritti ulteriori software, sviluppati più recentemente e compatibili con il framework SeisComP3.

scwfparam è un modulo di SeisComP3 che fornisce rapidamente i valori di picco del movimento del terreno in occasione dei terremoti, offrendo input per ShakeMap e per il SED Strong-Motion Portal. Il modulo scwfparam è inoltre ampiamente usato al momento da altre reti e forma la base di ORFEUS RRSM.

SeisComP3 comprende ora tre moduli – basati sui rapporti di magnitudo del metodo del “sismologo virtuale” (Virtual Seismologist, VS) – che possono essere impiegati per l’allerta precoce.

Il modulo scenvelope genera valori di inviluppo in tempo reale per l’accelerazione orizzontale e verticale, la velocità e lo spostamento dall'accelerazione grezza e dalle forme d’onda di velocità. È usato per la pre-elaborazione della forma d’onda richiesta dal modulo scvsmag poiché fornisce flussi di valori PGA, PGV e PGD continui in tempo reale che possono anche essere usati indipendentemente dallo stesso scvsmag.

Il modulo scvsmag considera nuove origini di SeisComP3 (attualmente scautoloc) e stima per una data origine le magnitudo della singola stazione e una magnitudo di rete sulla base della relazione di attenuazione dell’inviluppo del Virtual Seismologist e dei rapporti di ampiezza di movimento del terreno.

Il modulo scvsmaglog registra i messaggi VS sulla magnitudo ricevuti da scvsmag e una volta che l’evento è concluso genera i file di report. Questi ultimi sono salvati su disco e possono anche essere inviati via e-mail. Il modulo comprende anche un’interfaccia ActiveMQ che consente di inviare messaggi all’EEWD.

Maggiori informazioni qui e qui.

EEWD è un software lato client per utenti finali in grado di supportare i messaggi di allerta generati dai principali algoritmi EEW usati in Europa, a partire da VS (Virtual Seismologist) e PRESTo (PRobabilistic and Evolutionary early warning SysTem). È open source e può essere scaricato qui. Maggiori informazioni qui.