MENU

Geotermia e il SED

Sismogramma di un terremoto indotto

La sismicità indotta a Basilea e a San Gallo ha generato consapevolezza in Svizzera riguardo la primaria importanza di una valutazione esperta ed indipendente della pericolosità e dei rischi associati ai terremoti indotti, ai fini dell’autorizzazione ed esecuzione di progetti di geotermia profonda.

Il Servizio Sismico Svizzero (SED) presso il Politecnico federale di Zurigo intende sostenere le autorità e le industrie impegnate a stabilire standard qualitativi trans-cantonali omogenei  nell’ambito della gestione di problemi sismologici, procedure di autorizzazione ed esecuzione dei progetti. Nell’ambito del progetto GEOBEST-CH finanziato da SvizzeraEnergia, il SED offre supporto sismologico e monitoraggio altamente qualificati.

Vista la sua competenza e il know-how dei suoi dipendenti, il SED ha una vasta conoscenza nel campo della sismologia indotta ed è fortemente impegnato in attività di ricerca in tutto il mondo su questo tema. Negli ultimi dieci anni il SED ha messo a disposizione la sua competenza su richiesta degli operatori e in particolare delle autorità cantonali per aiutarli negli aspetti sismologici dell’esame dell’impatto sull’ambiente (EIA) e nella revisione dei progetti operativi e di intervento nei progetti geotermici profondi (ad esempio nei cantoni Basilea, Giura, Vaud e Turgovia nonché nella città di San Gallo). Il SED è stato ed è coinvolto in base alle sue attività in tutti i progetti geotermici profondi passati e attuali in Svizzera che mirano a produrre corrente e calore. La sua gamma di servizi si orienta secondo i principi qui riportati all’indipendenza e alla trasparenza. Il SED è anche coinvolto in primo piano in progetti di ricerca europei e nazionali sulla sismicità indotta (ad esempio SCCER-SoE, GeoBest-CH, GeoSim, GEISER, GEOTHERM1+2).

Al fine di soddisfare i numerosi compiti e le varie esigenze, diversi gruppi di ricerca del SED si occupano del tema della sismicità indotta e della valutazione del rischio sismico. Il SED ha anche una vasta esperienza nello sviluppo e nella gestione di stazioni di misurazione sismica. Gestisce tra l’altro, la rete a banda larga in Svizzera composta da circa 45 stazioni e una rete strong motion che è attualmente in fase di modernizzazione con risorse finanziarie federali e che verrà ampliata a più di 100 stazioni. In collaborazione con il gruppo di Sismologia e Geodinamica (SEG) dell’Istituto di geofisica del Politecnico federale di Zurigo, il SED gestisce un pool di strumenti sismici portatili che vengono utilizzati specificamente per le misurazioni successive ai terremoti e per progetti scientifici.

Come parte del progetto GeoBest, finanziato dall’UFE, il SED ha monitorato, tra l’altro, il progetto geotermico di San Gallo e fornito a operatori, autorità e pubblico informazioni in tempo reale sulla sismicità osservata nell’ambito del progetto. L’analisi sismologica dettagliata della sequenza di sismi indotti a San Gallo ha contribuito significativamente alla comprensione delle loro cause, alla loro comunicazione al pubblico e, infine, alla decisione sul successivo decorso del progetto. Questo ruolo è stato molto apprezzato dalle aziende municipalizzate di San Gallo e dal consiglio comunale di San Gallo soprattutto nei mesi di crisi dell’estate 2013.

MENU