Servizio Sismico Svizzero (SED)

Il Servizio Sismico Svizzero (SED) con sede all’ETH di Zurigo è l’istituto della Confederazione competente in materia di terremoti. Le sue attivitá sono integrate nel programma di misure della Confederazione per la prevenzione sismica.

Avete sentito un terremoto? Segnalate un terremoto

Terremoti percepiti in Svizzera

Ora locale
Mag.
Località
Percepito?
2024-02-20 14:46 3.8 Bologna I Probabilmente non percepito
2024-02-15 12:00 3.4 6 km NW Langhirano (PR) Probabilmente non percepito
2024-02-15 11:38 3.5 3 km W Langhirano (PR) Probabilmente non percepito
2024-02-11 00:14 3.4 Vesoul F Leggermente percepito
2024-02-09 13:06 4.1 5 km NE Calestano (PR) Largamente percepito
2024-02-08 00:40 2.6 Cluses F Probabilmente non percepito
2024-02-07 20:03 3.3 2 km W Langhirano (PR) Probabilmente non percepito
2024-02-03 07:29 2.9 Vesoul F Probabilmente non percepito
2024-01-27 00:06 3.7 Imst A Leggermente percepito

Ultimi terremoti

Ora locale
Magnitudo
Località
2024-02-21 11:02 1.6 Altdorf UR
2024-02-20 21:46 0.6 Sanetschpass VS
2024-02-20 16:22 0.5 Porrentruy JU
2024-02-20 07:53 1.0 Sanetschpass VS

Contatore di terremoti in Svizzera

dal 01.01.2024 
000

Ultimi terremoti magnitudo 4.5 o superiore

Ora UTC
Magnitudo
Località
2024-02-01 01:59:19 4.5 AUSTRIA
2024-01-27 05:19:20 5.0 Turkey
2024-01-25 13:04:06 5.0 Turkey
2024-01-24 11:19:26 4.5 Northwestern Caucasus
2024-01-23 20:04:47 4.5 Eastern Mediterranean Sea
2024-01-19 18:05:47 4.5 Caspian Sea
2024-01-19 14:14:15 4.5 Aegean Sea
2024-01-17 14:14:47 4.6 Iceland
2024-01-16 05:20:53 4.7 Southern Greece
2024-01-13 01:27:22 4.7 Jan Mayen Island Region
2024-01-11 06:53:23 4.6 Iceland
2024-01-10 06:03:42 4.5 Greenland Sea
2024-01-09 21:34:32 4.5 Turkey
Ora UTC
Magnitudo
Località
2024-02-14 11:40:21 6.0 Western Caroline Islands, Micronesia
2024-02-14 01:31:41 6.0 Near coast of central Chile
2024-02-12 11:19:37 6.1 Volcano Islands, Japan, region
2024-02-09 10:57:48 6.1 Kermadec Islands, New Zealand
2024-01-28 09:38:56 6.5 Western Brazil
2024-01-27 05:52:50 6.1 Guatemala
2024-01-23 14:33:46 6.3 Vanuatu Islands
2024-01-22 18:09:07 7.0 Kyrgyzstan-Xinjiang border region
ATTUALITÀ

07/02/2024

Terremoti in Svizzera nel 2023

Lo scorso anno il Servizio Sismico Svizzero (SED) con sede all’ETH di Zurigo ha registrato circa 1500 terremoti in Svizzera e nelle regioni limitrofe. Si tratta della seconda cifra più alta dopo il 2019. La maggior parte dei terremoti registrati nel 2023 (animazione) hanno avuto origine da sequenze sismiche prossime al confine svizzero presso Singen (D), Sierentz (F) e Courmayeur (I). Sempre nell’ambito di una sequenza a Réclère (JU) in Haute Ajoie si è verificato il sisma più forte dell’ultimo anno, di magnitudo 4.3. Altri terremoti percepiti localmente si sono registrati a Rossens (FR), Tiefencastel (GR), Vaduz (FL) e Mollis (GL). 

L’anno scorso è stato caratterizzato da numerose sequenze sismiche, durante le quali, per giorni o addirittura mesi, si sono registrate molte scosse in una zona delimitata. Da tali sequenze sono derivati i tre sismi più forti dell’ultimo anno. Il primo, di magnitudo 4.3, si è verificato il 22 marzo a Réclère, in Haute Ajoie (JU). Si tratta del più forte terremoto registrato nella regione negli ultimi 100 anni. Le scosse sono state percepite nettamente nel Giura e in tutto l’Altopiano occidentale, con segnalazioni isolate anche a Losanna, Berna, Lucerna e Zurigo. Anche la seconda scossa più intensa del 2023, di magnitudo 3.8 (29 maggio) si è verificata nell’ambito della stessa sequenza. Già a Natale del 2021 in questa zona si era verificato un terremoto di magnitudo 4.1, seguito da numerose scosse di assestamento.

Il terzo sisma più violento dello scorso anno si è verificato al di fuori della Svizzera, a Sierentz in Alsazia (F), ed è stato ampiamente percepito fin nella regione di Basilea e nell’Argovia occidentale. Aveva magnitudo 3.6 ed è correlato al sisma di magnitudo 4.7 verificatosi nello stesso luogo a settembre 2022. Questi terremoti si collocano nella Fossa Renana, sismicamente attiva, che si estende dai Vosgi alla Foresta Nera. Altri sismi minori, ma comunque percepibili in Svizzera, sono stati originati da una sequenza presso Singen (D), nella fossa tettonica nella regione Hegau-Lago di Costanza. Qui, da giugno 2023 si sono registrati complessivamente dieci sismi di magnitudo pari o superiore a 2.5. Le scosse finora più forti di questa sequenza si sono verificate il 27 giugno (magnitudo 3.1), il 29 giugno (magnitudo 3.2) e il 25 agosto (magnitudo 3.4). Tutte tre sono state sporadicamente percepite in Svizzera, in particolare nella regione di Sciaffusa.

Molti sismi percepiti localmente nonostante la magnitudo ridotta

Gran parte dei circa 1500 terremoti registrati erano troppo deboli per essere percepiti dalla popolazione. 28 di essi – tanti quanti nel 2022 e leggermente di più rispetto alla media pluriennale – avevano magnitudo pari o superiore a 2.5. Normalmente, a partire da questo valore i sismi vengono percepiti nei pressi dell’epicentro, come nel caso delle scosse registrate a marzo a Tiefencastel (GR) di magnitudo 2.6, e Rossens (FR) di magnitudo 2.7 e 3.0. 

Lo scorso anno vi sono stati inoltre dei terremoti percepiti nettamente nonostante la magnitudo contenuta, quasi sempre in seguito a una combinazione di profondità ridotta, effetti di amplificazione del sottosuolo locale e altri influssi topografici, nonché all’orario dell’evento. La mattina del 31 maggio, poco prima delle 6, nei pressi di Vaduz (FL), oltre 50 persone hanno percepito delle lievi scosse causate da un sisma di magnitudo 1.8. Ancora più lieve il sisma registrato presso Mollis (GL) il 14 dicembre poco dopo la mezzanotte, di magnitudo 1.6. L’ipocentro era molto vicino alla superficie (poche centinaia di metri di profondità), fattore sufficiente a svegliare dal sonno diverse persone a Mollis e Näfels.

Per la prima volta gli effetti dei terremoti in Svizzera vengono determinati in maniera esaustiva

Anche se ogni anno diverse migliaia di persone avvertono scosse di terremoto, in Svizzera i forti terremoti dannosi sono ormai un ricordo sbiadito. Ad ogni modo, il modello di rischio sismico della Svizzera, pubblicato per la prima volta nel 2023, mostra che gli effetti dei terremoti sugli edifici, e le relative perdite finanziarie e umane, possono rivelarsi ingenti. Sono in particolare le zone urbane a presentare un elevato rischio sismico in ragione dell’alta densità demografica e dei numerosi edifici. Il SED ha sviluppato il modello di rischio sismico su incarico del Consiglio federale e in collaborazione con l’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM), l’Ufficio federale della protezione della popolazione (UFPP), il Politecnico federale di Losanna (EPFL) e altri partner del mondo dell’industria. Il modello fornisce alla popolazione, alle autorità e al mondo dell’economia un prezioso strumento di base per prepararsi ai terremoti ed essere in grado di gestire meglio il prossimo sisma dannoso. 

Download l'immagine (PDF)

Animazione "Terremoti in Svizzera nel 2023"

18/01/2024

[Disponibile in DE] Piccoli terremoti tra Arosa e Lenzerheide

Am Donnerstag, 18. Januar 2023 um 15:10 Uhr (Lokalzeit) hat sich beim Aroser Rothorn (GR) ein Erdbeben mit einer Stärke von 3.0 in einer Tiefe von etwa 6.4 km ereignet. Innerhalb der ersten Stunde nach dem Erdbeben sind beim Schweizerischen Erdbebendienst (SED) an der ETH Zürich ca. 50 Verspürtmeldungen eingegangen. Die Berichte über Erschütterungen stammen überwiegend aus dem Gebiet um Arosa, Lenzerheide, Valbella, Chur und Davos. Bei einem Erdbeben dieser Stärke ist in der Regel nicht mit Schäden zu rechnen.

Schon am Vormittag gab es um 10:03 Uhr (Lokalzeit) ein Beben der Stärke 2.5 ungefähr am selben Ort, das in der Nähe vereinzelt verspürt wurde. Die Beben ereigneten sich ungefähr je 15 Kilometer südlich von Chur und südwestlich von Davos.

Das letzte spürbare Beben in der Region ereignete sich am 2. Januar 2012 mit einer Magnitude von 3.5 in der Nähe von Filisur (GR). Davor ereignete sich am 21. Januar 2008 bei Bonaduz (GR) ein Beben mit einer höheren Magnitude von 4.1, gefolgt von jeweils einigen kleineren Nachbeben.

[Disponibile in DE] Piccoli terremoti tra Arosa e Lenzerheide

04/01/2024

[Disponibile in DE/FR] Serie kleiner Erdbeben bei Sörenberg (LU)

Heute Morgen, am 4. Januar 2024 wurde ab 7:37 Uhr (Ortszeit) in der Region Sörenberg (LU) eine Erdbebensequenz mit bisher rund einem Dutzend Beben mit Magnituden zwischen 1.5 und 3.0 gemessen. Die bis jetzt stärksten Beben mit Magnituden von 2.8, 3.0 und 2.9 fanden dabei innerhalb der ersten Minute statt und wurden von der Bevölkerung im Umkreis von rund 15 km auch teilweise verspürt. Schäden sind bei Beben dieser Stärke nicht zu erwarten.

Seit Beginn der modernen Erdbebenüberwachung in der Schweiz vor etwa 40 Jahren haben sich in der Region Sörenberg bisher kaum Erdbeben ereignet. Wie sich diese Erdbebensequenz nun weiter entwickeln wird, kann nicht detailliert vorausgesagt werden. Es ist aber zu erwarten, dass sich in den nächsten Stunden und Tagen noch weitere kleine Erdbeben ereignen werden.

Solche Sequenzen mit mehreren Beben vergleichbarer Stärke kommen in der Schweiz häufig vor. Momentan gibt es sie zum Beispiel auch bei Réclère (JU) in der Ajoie, oberhalb von Sion (VS) und zwischen Courmayeur (I) und der Schweizer Grenze.

[Disponibile in DE/FR] Serie kleiner Erdbeben bei Sörenberg (LU)

22/12/2023

Buon Natale e felice anno nuovo

Con la pubblicazione del modello di rischio sismico nel marzo 2023 la Svizzera è uno dei primi paesi al mondo a disporre di una base liberamente accessibile per prendere decisioni fondate in materia di prevenzione sismica e gestione degli eventi.

Vi auguriamo buone feste e un felice anno nuovo.

Servizio Sismico Svizzero con sede all’ETH di Zurigo

Pericolo e rischio sono due concetti diversi, che illustriamo nel nostro video esplicativo utilizzando un orso. Un orso nella foresta è un potenziale pericolo perché potrebbe causarvi un danno, diventa un rischio solo quando si entra nella foresta.

Le corone di Natale segnalano le aree a maggior rischio sismico – le aree urbane. Il rischio sismico quantifica il potenziale impatto dei terremoti sugli edifici e le relative perdite finanziarie e umane. Sebbene il rischio sismico sia diverso in queste regioni, a causa delle loro dimensioni, tutte e cinque le città ospitano un gran numero di persone e beni che verrebbero colpiti da un terremoto. Inoltre, in queste città sono presenti molti edifici, alcuni dei quali sono particolarmente vulnerabili e spesso poggiano su terreni soffici che amplificano le onde sismiche.

Buon Natale e felice anno nuovo
TEMI

Terremoti

Aiuto, la terra trema!

Sebbene non sia possibile evitare i terremoti, è possibile ridurne i danni adottando misure relativamente semplici. Informatevi sul comportamento raccomandato prima, durante e dopo un forte terremoto.

Per saperne di più

Aiuto, la terra trema!

Sapere

Svizzera terra di sismi

Ogni anno in Svizzera si verificano da 1'000 a 1'500 terremoti. La popolazione percepisce effettivamente circa da 10 a 20 sismi l’anno, che di regola presentano una magnitudo di 2.5 o più. Nella media pluriennale si verificano 23 sismi l’anno con una magnitudo pari o superiore a 2.5. Scoprite tutto ciò che c’è da sapere sui pericoli naturali con il potenziale di danno più elevato in Svizzera.

Per saperne di più

Svizzera terra di sismi

Allerta

Sempre informati

Volete sempre essere aggiornati? Qui troverete una panoramica delle varie offerte informative del Servizio Sismico Svizzero (SED).

Per saperne di più

Sempre informati

Sapere

Pericolosità sismica

I terremoti sono i pericoli naturali dal potenziale di danno più elevato in Svizzera; ad oggi non è possibile prevederli in maniera attendibile o evitarli. Tuttavia, grazie a un intenso lavoro di ricerca, si può dire molto oggi riguardo la periodicità e la severità dello scuotimento da terremoto in determinati luoghi in futuro. Consultate diverse mappe utilizzando la nostra interfaccia web interattiva per scoprire qual è la probabilità che si verifichino determinati terremoti in Svizzera.

Per saperne di più

Pericolosità sismica

Ricerca e insegnamento

Campi di ricerca

Spesso ci viene chiesto cosa fanno i collaboratori del SED quando la terra non trema. La risposta è: fanno ricerca. L’oggetto di tale attività è illustrato dai vari settori di ricerca che descrivono in modo chiaro e sintetico le principali attività scientifiche del SED.

Per saperne di più

Campi di ricerca

Chi siamo

Servizio Sismico Svizzero (SED)

Il Servizio Sismico Svizzero (SED) con sede all’ETH di Zurigo è l’istituto della Confederazione competente in materia di terremoti. Il SED è responsabile della sorveglianza sismica per la Svizzera e le regioni limitrofe e valuta la pericolosità sismica in Svizzera. In caso di terremoto il SED informa il pubblico, le autorità e i media sul luogo, la magnitudo ed i possibili effetti. Le sue attività sono integrate nel programma di misure della Confederazione per la mitigazione per la prevenzione sismica.

Per saperne di più

Servizio Sismico Svizzero (SED)

Terremoti

Sorveglianza sismica

10 a 20 volte all’anno si avverte, sente o legge che in Svizzera si verificano terremoti. Ma la maggior parte dei terremoti registrati ogni anno dal servizio sismico non viene neanche avvertita dalla popolazione, perché rimane sotto alla soglia di percezione e può essere rilevata solo da strumenti di misura molto sensibili. Il Servizio Sismico Svizzero gestisce una rete di misurazione formata da oltre 200 stazioni sismiche distribuite su tutto il territorio nazionale.

Per saperne di più

Sorveglianza sismica

Ricerca e insegnamento

Prodotti e software

Per accedere ai dati sismici e a diverse applicazioni software, visitate la sezione Prodotti.

Per saperne di più

Prodotti e software