MENU
Il contenuto della pagina inizia qui

Monitoraggio del trattato di bando dei test nucleari

Nel 1996 gli stati membri dell’ONU hanno trovato un accordo sul bando dei test nucleari. Per verificare l’osservanza di tale accordo venne istituito un Sistema di monitoraggio internazionale (International Monitoring System, IMS), che rileva dati sismici, idroacustici, radionuclidici e infrasonici e comunicazioni associate con il supporto del Centro dati internazionale (International Data Centre, IDC) del Segretariato tecnico.

Il SED fornisce il suo contributo trasmettendo i dati registrati dalla stazione sismica appositamente costruita nella regione di Davos, che ad esempio registrò le scosse provocate dal test nucleare effettuato nel gennaio del 2016 in Corea del Nord dopo soli dodici minuti.

Cliccate sulla mappa interattiva del CTBTO per esplorare il Sistema di monitoraggio internazionale (IMS).

CTBTO Prep Com, la Commissione preparatoria per il Trattato di bando complessivo dei test nucleari, è stata istituita dai paesi firmatari del trattato il 19 novembre 1996 e svolge il lavoro di preparazione necessario per assicurare l’efficace implementazione del trattato stesso.

È in corso la creazione di un regime di verifica globale per monitorare la conformità rispetto al Trattato di bando complessivo dei test nucleari (CTBT). Tale regime di verifica è composto dai seguenti elementi:

  • International Monitoring System (IMS)
  • Centro data internazionale
  • Processo di consultazione e chiarimento
  • Infrastruttura die comunicazione globale
  • Ispezioni in loco
  • Misure per la promozione della sicurezza

La Commissione preparatoria dispone di due organismi sussidiari, il gruppo di lavoro A (WG A) sulle materie amministrative e di bilancio e il gruppo di lavoro B (WG B) sulle questioni di verifica, oltre che di un gruppo consultivo che si occupa di argomenti finanziari, di bilancio e amministrativi. I gruppi di lavoro presentano proposte e raccomandazioni che la Commissione preparatoria valuta ed eventualmente adotta nelle sue sessioni plenarie.

Osservate la mappa interattiva del CTBT per scoprire quali paesi hanno già ratificato il trattato.

Il lavoro di verifica svolto dal Servizio Sismico Svizzero si basa su compiti assegnatici congiuntamente dal Dipartimento federale dell’interno e dal Dipartimento federale degli affari esteri. Nell’adempimento di tali compiti, il nostro ruolo prevede:

  • una gestione estremamente affidabile della stazione sismica ausiliare DAVOX attraverso strumenti calibrati regolarmente;
  • la fornitura di dati di alta qualità mediante l’interfaccia AutoDRM ove richiesto dall’IDC e la documentazione delle performance tramite adeguate misurazioni;
  • il monitoraggio automatico della salute del nostro archivio di dati e il servizio di avviso dei sismologi in servizio in caso di anomalie;
  • la messa a disposizione di esperienza e informazioni di prima mano alle autorità del governo federale e la rappresentanza della Svizzera in occasione di incontri scientifici e tecnici organizzati dagli stati firmatari correlati all’elaborazione e all’implementazione dell’organizzazione per il Trattato di bando complessivo dei test nucleari (CTBTO);
  • il mantenimento dei contatti con altri centri dati nazionali e l’IDC ai fini della collaborazione in settori quali progetti scientifici comuni, lo scambio di conoscenze e la condivisione dei compiti.

Attività principali del Centro dati nazionale svizzero

Le principali attività di verifica sismica presso il Centro dati nazionale svizzero riguardano il controllo qualità e la ricerca applicata per funzioni di scambio dei dati ottimizzate, la distinzione di terremoti ed esplosioni e lo studio delle conseguenze dell’uso dei diversi sistemi di coordinate geografiche.

Rappresentiamo inoltre la Svizzera in occasione degli incontri del gruppo di lavoro B presso il Vienna International Centre.

La partecipazione della Svizzera al gruppo di esperti scientifici

Dal 1989 al 1996 la Svizzera ha partecipato al lavoro del gruppo di esperti scientifici (Group of Scientific Experts, GSE) ed è stata membro di numerosi gruppi di lavoro; attualmente fa ancora parte del gruppo di lavoro sulla pianificazione dell’esperimento tre del GSE (Group of Scientific Experts’ Technical Test Three, GSETT-3).

La Conferenza sul disarmo ha affidato al GSE il compito di sviluppare un sistema in grado di rilevare e identificare gli eventi sismici. Un sistema sperimentale di questo tipo è entrato in funzione dal 1° gennaio 1995 (GSETT-3). Nel corso del 1996, la rete del GSETT-3 è stata gradualmente modificata eintegrata nell’organizzazione di rete dell’IMS. Dal 1990 il GSE ha sviluppato un completo set di formati di scambio dati che sono ampiamente usati anche per altri scopi sismologici.

Fra il 1° gennaio 1995 e il 31 maggio 1996 la stazione svizzera a tre componenti APL Alpnach ha fatto parte della rete ausiliaria dell’esperimento GSETT-3. Nel corso del 1995 l’IDC ha registrato complessivamente 9372 forme d’onda digitali (sismogrammi) provenienti dalla stazione svizzera sfruttando il sistema di trasferimento dati via posta elettronica AutoDRM. Dalla metà di aprile 1996 alla metà di febbraio 2002 la stazione ausiliaria IMS designata nei pressi di Davos (codice: DAVOX) ha fatto parte della rete GSETT-3. Dal 2003 la nuova stazione DAVOX certificata fa parte dell’IMS.

La rete sismica del CTBTO comprende 170 sismometri distribuiti in 76 paesi. 24 ore su 24, 50 di questi sismometri forniscono informazioni sugli eventi sismici (terremoti o esplosioni) al centro dati di Vienna. Il Servizio Sismico Svizzero (SED) supervisiona uno di questi, la stazione DAVOX.

Il video spiega in inglese il funzionamento del sistema di monitoraggio sismico del CTBTO.

Verificare significa confermare o meno se qualcosa è vero. Per quanto riguarda le scosse di maggiore entità, la verifica comporta che gli esperti comunichino alle autorità e all’opinione pubblica se i fenomeni rilevati sono di origine naturale o sono stati causati da un’esplosione nucleare. La verifica sismica comprende dunque la distinzione di terremoti ed esplosioni nucleari (tipicamente sotterranee) sulla base dei segnali misurati attraverso un sismometro.

Costruzione della stazione DAVOX

Gennaio 2002 Richiesta di permesso di costruzione per Dischmatal e passo Strela
Marzo 2002 Decisione favorevole per il sito nella Dischmatal
Aprile 2002 Permesso di costruzione concesso
Giugno 2002 Inizio dei lavori di costruzione: camera in calcestruzzo, piloni di fondazione, linea telefonica
Luglio 2002 Installazione dei dispositivi tecnici, messa in servizio e avvio della trasmissione dati al SED a Zurigo
Agosto 2002 Installazione del collegamento via satellite con Vienna
Sett. 2002 Avvio del computer del CTBTO e inizio della trasmissione dati a Vienna
Luglio 2003 Completamento della configurazione degli ultimi dispositivi

Certificazione e inaugurazione della stazione DAVOX

Gli ispettori del CTBTO hanno visitato la stazione DAVOX nei giorni 14 e 15 luglio 2003 per verificare la conformità della stessa rispetto al manuale operativo (CTBT/WGB/TL-11/21, 9 gennaio 2003).

Il 22 agosto 2003, la stazione DAVOX ha ricevuto la certificazione come nona centrale sismica ausiliaria su 120 del sistema di monitoraggio internazionale (IMS). La stazione DAVOX è stata integrata nella rete operativa dell’IDC il 23 settembre 2003 e ufficialmente inaugurata il 2 ottobre 2003.

Finora, in tutto il mondo sono stati condotti oltre 2000 test nucleari. La tabella sottostante indica quali stati hanno sperimentato esplosioni nucleari nell’atmosfera, sotto terra o sott’acqua.

Stato Numero di test Tipo
Cina

21

24

Esplosioni nucleari nell’atmosfera

Esplosioni nucleari sotterranee

Francia

45

153

Esplosioni nucleari nell’atmosfera

Esplosioni nucleari sotterranee

India 3 Esplosioni nucleari sotterranee
Corea del Nord 6 Esplosioni nucleari sotterranee
Pakistan 2 Esplosioni nucleari sotterranee
Unione Sovietica

213

503

2

Esplosioni nucleari nell’atmosfera

Esplosioni nucleari sotterranee

Esplosioni nucleari subacquee

Regno Unito

21

24

Esplosioni nucleari nell’atmosfera

Esplosioni nucleari sotterranee

USA

216

818

5

Esplosioni nucleari nell’atmosfera

Esplosioni nucleari sotterranee

Esplosioni nucleari subacquee

Sconosciuto 1  

Cliccate sull’immagine per scoprire sulla mappa interattiva del CTBTO dove hanno avuto luogo i vari tipi di esplosioni nucleari.

Test nucleari Anno Trattati

3 settembre: la Corea del Nord conduce un test nucleare sotterraneo

   

9 settembre: la Corea del Nord conduce un test nucleare sotterraneo

2016  

6 gennaio: la Corea del Nord conduce un test nucleare sotterraneo

2016  
  2014 Per l’entrata in vigore del trattato sono necessarie la firma e la ratifica da parte di 44 stati che dispongano di tecnologia nucleare. Nel 2014 41 stati hanno firmato il CTBT e 36 lo hanno ratificato.
12 febbraio: la Corea del Nord conduce un test nucleare sotterraneo 2013  
25 maggio: la Corea del Nord conduce un test nucleare sotterraneo 2009  
  2008 20 maggio: 178 stati su 193 hanno firmato il CTBT e 144 lo hanno ratificato
  2007 31 dicembre: 244 stazioni IMS su 321 sono state costruite e 214 sono state certificate. 10 laboratori sui radionuclidi su 16 hanno ottenuto la certificazione.
9 ottobre: la Corea del Nord conduce un test nucleare presso il sito di Punggye-ri 2006 31 dicembre: 244 stazioni IMS su 321 sono state costruite e 184 sono state certificate. 9 laboratori sui radionuclidi su 16 hanno ottenuto la certificazione.
10 febbraio: la Corea del Nord annuncia di disporre di armi nucleari 2005 31 dicembre: 219 stazioni IMS su 321 sono state costruite e 156 sono state certificate. 6 laboratori sui radionuclidi su 16 hanno ottenuto la certificazione.
  2004 31 dicembre: 204 stazioni IMS su 321 sono state costruite e 109 sono state certificate. 5 laboratori sui radionuclidi su 16 hanno ottenuto la certificazione.
  2003

31 dicembre: 150 stazioni IMS su 321 sono state costruite e 83 sono state certificate. 3 laboratori sui radionuclidi su 16 hanno ottenuto la certificazione.

22 agosto: la stazione DAVOX ottiene la certificazione come nona centrale sismica ausiliaria su 120 del sistema di monitoraggio internazionale (IMS).

30 aprile: la Mauritania diventa il 100° stato a ratificare il Trattato di bando complessivo dei test nucleari (CTBT).

L’India conduce una serie di 5 esplosioni nucleari nei giorni 11 e 13 maggio nel Pokaran nel deserto del Rajasthan.

Il Pakistan effettua una serie di 6 esplosioni nucleari nei giorni 28 e 30 maggio nel Belucistan.

1998  
Francia e Cina conducono i loro ultimi test nucleari esplosivi 1996

Trattato per la zona libera da armi nucleari dell’Africa, ANWFZ (Trattato di Pelindaba).

24 settembre: il Trattato di bando complessivo dei test nucleari (CTBT: testo del trattato, CTBTO) è pronto alla firma a New York; 71 stati, inclusi i cinque stati che dispongono di armi nucleari, lo firmano il giorno stesso.

  1995 Trattato per la zona libera da armi nucleari del sud est asiatico (Trattato di Bangkok)
Gli Stati Uniti conducono il loro ultimo test nucleare esplosivo 1992  
Il Regno Unito conduce il proprio ultimo test nucleare esplosivo 1991  
L’Unione Sovietica conduce il proprio ultimo test nucleare esplosivo 1990  
  1985 Trattato per la zona libera da armi nucleari del Pacifico del sud, SPNFZ (Trattato di Rarotonga)
  1976 Gli Stati Uniti e l’Unione Sovietica firmano il Trattato sulle esplosioni a scopi pacifici nel sottosuolo (Trattato sulle esplosioni nucleari pacifiche, PNE) limitando a 150 kiloton la potenza delle singole esplosioni nucleari effettuate al di fuori dei siti di test sulle armi nucleari
L’India conduce un’esplosione nucleare "per scopi pacifici" nel Pokaran nel deserto del Rajasthan 1974 Gli Stati Uniti e l’Unione Sovietica firmano il Trattato sulla limitazione dei test sulle armi nucleari nel sottosuolo (Trattato sulla soglia dei test nucleari, TTBT) limitando a 150 kiloton la potenza delle singole esplosioni nucleari effettuate al di fuori dei siti di test sulle armi nucleari
  1968 Nel quadro di un impegno generale verso l’obiettivo del disarmo nucleare, il Trattato di non proliferazione nucleare (TNP) proibisce agli stati firmatari che non dispongono di armi nucleari di possedere, produrre o acquisire armi nucleari o altri ordigni esplosivi nucleari e obbliga al contempo gli stati firmatari dotati di armi nucleari a non trasferire ad alcun destinatario armi nucleari o altri ordigni esplosivi nucleari
  1967 Trattato per la proibizione delle armi nucleari in America Latina e Caraibi (Trattato di Tlateloco)
La Cina conduce il suo primo test nucleare esplosivo presso il Lop Nur, nella regione dello Xinjiang 1964  
  1963 Il 5 agosto Regno Unito, Unione Sovietica e Stati Uniti firmano il Trattato sul bando parziale dei test nucleari (PTBT), che proibisce le esplosioni nucleari nell’atmosfera, nello spazio e sott’acqua (ma non sottoterra)
La Francia conduce il suo primo test nucleare esplosivo vicino a Reggane nel deserto del Sahara 1960  
  1959 Trattato dell’Antartico per la demilitarizzazione e la denuclearizzazione del continente antartico
Il Regno Unito conduce il proprio primo test nucleare esplosivo presso le isole di Montebello al largo della costa australiana 1952  
L’Unione Sovietica conduce il proprio primo test nucleare esplosivo vicino a Semipalatinsk in Kazakistan 1949  

Il 16 luglio gli Stati Uniti conducono il loro ultimo test nucleare esplosivo presso Alamogordo in New Mexico.

Ad agosto due bombe nucleari sono fatte esplodere su Hiroshima e Nagasaki in Giappone.

1945