MENU
Il contenuto della pagina inizia qui

Descrizione del progetto

Nel quadro del progetto di ricerca GEOBEST-CH il Servizio Sismico Svizzero (SED) con sede all’ETH di Zurigo effettua il monitoraggio del progetto di geotermia idrotermale di Lavey-les-Bains (VD) nella valle del Rodano con l’aiuto di tre stazioni di misurazione supplementari. Obiettivo del monitoraggio è da un lato il miglioramento delle conoscenze sulla sismicità naturale locale, prima che a partire dal 2019 venga realizzato il foro di trivellazione e successivamente gestito l’impianto. Dall’altro lato, il monitoraggio serve non solo a rilevare in modo veloce e preciso i terremoti, ma anche a chiarire se questi possono essere messi in relazione al progetto di geotermia o se sono di origine naturale.

La società AGEPP (Alpine Geothermal Power Production) ha intenzione di avviare a Lavey-les-Bains (VD) nella valle del Rodano un progetto di geotermia idrotermale di profondità che prevede la realizzazione di un foro di trivellazione profondo 3’000 metri. Il progetto servirà a estrarre l’acqua calda presente naturalmente a quella profondità per produrre corrente elettrica e calore. Una particolarità di questo progetto risiede nel fatto che l’acqua geotermica viene estratta dal sottosuolo, ma non ripompata indietro. L’acqua termale raffreddata e depurata verrà successivamente convogliata alla centrale idroelettrica di Lavey e quindi confluirà nel Rodano. Dal momento che i terremoti indotti dai precedenti progetti di geotermia di profondità si erano verificati principalmente durante l’iniezione dell’acqua nel sottosuolo, secondo l’analisi dei rischi del gestore e le valutazioni del Cantone e del SED, in questo progetto il rischio di terremoti indotti è inferiore rispetto ai precedenti progetti di geotermia di profondità a Basilea e San Gallo.

Maggiori informazioni sul progetto di geotermia: www.agepp.ch.