MENU
Il contenuto della pagina inizia qui

Descrizione del progetto

Nel quadro del progetto di ricerca GEOBEST-CH, il Servizio Sismico Svizzero (SED) con sede all’ETH di Zurigo monitora mediante sette stazioni di misurazione supplementari il bacino ginevrino, cioè l’area interessata dal progetto GEothermie 2020. Obiettivo del monitoraggio è da un lato il miglioramento delle conoscenze sulla sismicità naturale locale. Dall’altro lato, il monitoraggio serve non solo a rilevare in modo veloce e preciso i terremoti, ma anche a chiarire se questi possono essere messi in relazione al progetto di geotermia o se sono di origine naturale.

GEothermie2020 è un progetto esplorativo della durata di diversi anni promosso dal «Service Industriels de Genève» (SIG) e dal governo ginevrino. L’obiettivo è scoprire il potenziale del bacino ginevrino rispetto a uno sfruttamento geotermico, sia sul lato svizzero, sia su quello francese. In una prima fase verranno individuate le strutture geologiche idonee per una geotermia superficiale o di profondità. A seguire verranno poi lanciati i progetti pilota.