DE EN FR IT

Servizio Sismico Svizzero (SED)

Il Servizio Sismico Svizzero (SED), con sede all’ETH di Zurigo, è l’Istituto della Confederazione competente per i terremoti. IL SED è responsabile della sorveglianza sismica per la Svizzera e le regioni limitrofe e valuta la pericolosità sismica in Svizzera. In caso di terremoto il SED informa il pubblico, le autorità e i media sul luogo, la magnitudo ed i possibili effetti. Le attivitá del SED sono inserite nel programma di provvedimenti del Governo per la riduzione del rischio sismico.

Ultimi terremoti:  in Svizzera /  nel mondo

Swiss Earthquake Map
Date/Time(CH)   Date/Time(UTC)   Mag Region
2016/08/24 05:55   2016/08/24 03:55   1.6 CHATEAU-D'OEX VD
2016/08/22 21:04   2016/08/22 19:04   1.0 CHATEAU-D'OEX VD
2016/08/22 21:01   2016/08/22 19:01   1.7 CHATEAU-D'OEX VD
2016/08/21 23:26   2016/08/21 21:26   1.6 St-Aubin FR
2016/08/20 21:42   2016/08/20 19:42   2.2 Solothurn SO
2016/08/20 02:07   2016/08/20 00:07   0.5 ORSIERES VS
2016/08/19 03:59   2016/08/19 01:59   0.8 Grindelwald BE
2016/08/18 10:02   2016/08/18 08:02   1.7 Monte Adamello I
2016/08/18 02:51   2016/08/18 00:51   2.1 Muellheim D
gesamte Liste der Erdbeben in Lokalzeit   gesamte Liste der Erdbeben in UTC Zeit
 
Terremoti percepiti in Svizzera nelle ultime 72 ore: Nessuno

 

Attualità

graphic_hazard

Rapporto SUIhaz2015

Il rapporto SUIhaz15 descrive nel dettaglio tutti gli scenari relativi al modello di pericolosità sismica svizzero pubblicato nel settembre del 2015. Nel rapporto si spiega come mai la Svizzera necessita di un modello di pericolosità sismica aggiornato e mostra sia i luoghi che l’intensità dei terremoti che potrebbero scatenarsi sul nostro territorio in futuro. Partendo da questi punti fermi, il rapporto illustra i fattori e le ipotesi che sono stati presi in considerazione per la produzione del modello di pericolosità sismica, ne mostra i principali risultati e confronta quest’ultimi con altri modelli. Al suo interno sono inoltre presentati i vari prodotti a cui si riferiscono i risultati di SUIhaz2015. Il rapporto è redatto in lingua inglese e si rivolge prevalentemente a esperti del settore che desiderano utilizzare il modello di pericolosità sismica svizzero come strumento di base per i propri lavori.

Scarica rapporto SUIhaz2015

Foglio informativo SUIhaz2015

Flyer Pericolosità sismica Svizzera

19.07.2016

Personen

Allarme rapido per terremoti in Nicaragua

I terremoti rappresentano una minaccia che va considerata seriamente nei paesi dell’America Centrale. I grandi terremoti si verificano soprattutto al largo della costa lungo la zona di subduzione, dove provocano spesso degli tsunami (come è accaduto nel 1992 e nel 2014). Ma in passato anche terremoti di superficie sulla terraferma hanno causato danni ingenti, come ad esempio la scossa di magnitudo 6.2 del 1972 che devastò Managua, la capitale del Nicaragua.

Il Servizio Sismico Svizzero (SED) ha da poco avviato un progetto con lo scopo di analizzare il potenziale di un sistema di allarme rapido per l’America Centrale. Nell’ambito di questo progetto, finanziato dalla Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC) del Dipartimento degli affari esteri (DFAE), alcuni scienziati del SED stanno elaborando e implementando, assieme all’organizzazione partner INETER, responsabile della sorveglianza sismica in Nicaragua, un prototipo per un sistema di allarme rapido per terremoti (EEW). In principio questo EEW verrà impiegato in Nicaragua e in seguito, se possibile, ampliato in maniera tale da coprire ulteriori regioni dell’America Centrale.

All’inizio di giugno il SED ha visitato INETER sia per valutare l’idoneità della rete sismica per un sistema di allarme rapido che per installare una prima versione del software di allarme rapido per terremoti. Pochi giorni dopo la visita, al confine con El Salvador si è verificato un terremoto di superficie di magnitudo 6.3 che è stato riconosciuto dal sistema dopo 29 secondi. Nonostante ciò evidenzi la necessità di ottimizzare la velocità del sistema, l’infrastruttura esistente sembra essere promettente. In un prossimo passo verranno effettuati ulteriori controlli alla rete sismica della regione. Inoltre, gli algoritmi dell’EEW verranno ottimizzati in maniera tale da renderli idonei alle difficili condizioni locali, caratterizzate da terremoti in profondità al largo della costa e da eruzioni vulcaniche.

EWW

11.07.2016

AlpArray Stations

Come si formano le montagne? Nuove stazioni di registrazione per AlpArray

AlpArray è un’iniziativa europea, la quale si ripropone di approfondire le nostre conoscenze riguardanti i processi di formazione delle montagne e di creare immagini in 3D della litosfera e del mantello superiore. Al fine di perseguire tale obiettivo, AlpArray crea e gestisce una rete di registrazione sismica (AASN) che unisce le stazioni già esistenti di 24 osservatori sismici a più di 250 nuove stazioni temporanee situate in 12 paesi, andando a coprire le Alpi, gli Appennini del nord e le relative zone antistanti.

Il contributo della Svizzera all’AASN è stato da poco completato grazie all’installazione di 27 stazioni temporanee in Svizzera (3), Italia (12), Croazia (6), Bosnia ed Erzegovina (3) e Ungheria (3). Anche le stazioni della rete sismica a banda larga della Svizzera fanno parte dell’AASN. Il gruppo di Sismologia e Geodinamica (SEG) e il Servizio Sismico Svizzero (SED) presso il Politecnico federale di Zurigo assumono un ruolo chiave nell’ambito di questo progetto.

Trovate maggiori informazioni su AlpArray sul relativo sito web.

Leggete l’intervista e l’articolo che raccontano di AlpArray su International Innovation.

Cliccate qui per saperne di più sui terremoti e sulle Alpi.

21.06.2016

  Qui trovate le notizie pubblicate precedentemente nella rubrica " SED Attualità".